it
CNDI Pavia

Assemblea Consiglio Nazionale Donne Italiane

 

110 anni del CNDI!

 

Assieme a Sara Sarcerdoti nostra rappresentante presso il Consiglio Nazionale Donne Italiane  e membro del Consiglio del CNDI , ho partecipato ai lavori dell’assemblea di Pavia che è stata anche occasione per festeggiare i 110 anni del CNDI.  

Gli stretti legami tra ADEI WIZO e CNDI sono testimoniati dal concreto apporto di idee e dall’intensa attività svolta da Bianca Colbi Finzi che ricopri  dal 1975 all’interno del Consiglio nazionale delle donne italiane la prestigiosa carica di Vice presidente per l’Italia centrale . 

Nonostante la scarsa partecipazione delle associazioni l’incontro è stato costruttivo e molto propositivo, riporto qui  seguito la relazione pubblicata sulla lettera informativa del CNDI  

Ester Silvana Israel  – Presidente Nazionale ADEI WIZO

———————————————————————————————————————————————————

La Presidente Gigliola Corduas ha sottolineato l’impegno che il CNDI ha sempre mantenuto nel difendere le scelte europeiste di tenuta sociale. La situazione dell’Italia e delle sue donne nell’ambito europeo ha luci e ombre, ma è importante che le nuove generazioni e le donne immigrate conoscano la cultura storica che sta alla base della società civile. Il metodo di lavoro deve essere quello del dialogo, in modo da diffondere l’informazione senza dare soluzioni preconcette. E’ fondamentale rinsaldare il vincolo con le Associazioni federate.

Importante coinvolgere gli uomini, per superare gli stereotipi e fornire nuovi modelli utili per i giovani. Il CNDI deve puntare ad una dimensione internazionale per farsi sentire. Viene citato il Progetto Feltrinelli a favore di un linguaggio di genere. Si potrebbero proporre tesi di laurea sul tema della leadership al femminile.
Viene annunciato il progetto di creare una “Casa delle donne” anche a Milano e l’Assemblea approva l’ iscrizione del CNDI presso la Casa delle Donne di Roma per sostenere attività comuni .
Dietro richiesta della Presidente, Ornella Cappelli accetta di assumere il ruolo di Tesoriera, dopo che Daniela Monaco ha illustrato le difficoltà incontrate, insieme a Sara Sacerdoti, per completare i bilanci durante l’anno. Viene sottolineato come il mancato contributo del Ministero per i Beni Culturali abbia impedito di realizzare molte delle attività e pubblicazioni che il CNDI era solito fare. Si auspica di poter pubblicare gli atti del recente Convegno tenuto a Pavia sul tema della violenza contro le donne. Viene anche sottolineato che alcune Associazioni non hanno pagato le quote dovute. Sarà sollecitato nuovamente il contributo per il presente anno, mentre si decide di depennare le Associazioni federate che non hanno ottemperato ai loro obblighi per più di tre anni. L’Assemblea, dopo aver verificato i documenti relativi al bilancio consuntivo 2012 e preventivo 2013, approva unanime i bilanci e ringrazia segretaria e tesoriera che se ne sono occupate.
Viene annunciato con soddisfazione che presto dovrebbe iniziare le sue attività un nuovo Coordinamento in Toscana. Per questo si pensa di organizzare nei dintorni di Firenze il prossimo Direttivo. Si auspica l’iniziativa di Corsi di Formazione alla politica per tutte le donne e specialmente pacchetti di formazione per le donne immigrate
Annamaria Castelfranchi Galleani, Segretaria per l’estero, anticipa quanto si sta preparando per la prossima riunione dell’ECICW-CECIF di Monaco-Montecarlo.
Dopo aver ricevuto la documentazione presentata dall’ADGI che ha chiesto di entrare nel CNDI si decide di trasmetterla alla Commissione Giuridica. Altrettanto per l’associazione MONOPOLI, attualmente socia solo in Lombardia e che chiede di entrare a livello nazionale.
Dopo che alcune presenti hanno presentato richiesta perché l’Assemblea si organizzi in primavera, viene deciso di tenere la prossima intorno al 7-8 giugno 2014 (a Roma?).
La Presidente ricorda infine che l’attribuzione del Premio di studio del CNDI, che si era deciso di assegnare ad un giovane per un lavoro attinente ai temi discussi durante l’anno dalla Federazione, non viene effettuata da alcuni anni. L’Assemblea approva unanime che tale iniziativa sia ripresa per l’anno prossimo. A tal fine si dovranno sollecitare le candidature al premio attraverso il sito Web e altre vie di informazione.
L’Assemblea del 2013 si conclude con un brindisi per celebrare i 110 anni dalla fondazione e la
distribuzione alle presenti di un bicchiere ricordo offerto da Luigia Favalli e decorato da una sua amica,
Lory Poma, non nuova alla decorazione di oggetti per il CNDI.

3
All’unanimità è stata approvata la seguente MOZIONE
L’Assemblea del CONSIGLIO NAZIONALE DONNE ITALIANE, svoltasi a Pavia il 12 ottobre 2013 ribadisce il valore fondamentale del rispetto della dignità della persona e il diritto di ciascuno alla speranza di migliorare le condizioni di vita proprie e della sua famiglia; esprime tutto il suo orrore di fronte agli avvenimenti di Lampedusa che hanno visto spezzarsi tante vite di donne, uomini e bambini; esprime profondo dolore e vicinanza, in particolare, a donne che hanno intrapreso con grandi sacrifici un viaggio di speranza pur trovandosi in stato di gravidanza o con bambini piccoli con la volontà di rendere la loro vita meno dura e crudele; non si riconosce in una legislazione nazionale che non mette in primo piano il dovere di soccorso verso persone che sono in difficoltà e vedono a rischio la propria vita; ritiene che il problema dei richiedenti asilo riguardi non solo i Paesi di prima accoglienza ma chiami in causa le responsabilità dell’Unione Europa, la cui legittimazione ideale consiste nella creazione di un sistema di diritti e di rispetto della persona costruito con la collaborazione e l’impegno di tutti gli Stati membri; dichiara il proprio riconoscimento e piena solidarietà alla popolazione di Lampedusa e alle forze di intervento generosamente impegnate nell’azione di soccorso.