it
Banner_PremioLetterario690x310

I finalisti della XVII edizione del Premio Letterario

Comunicato stampa:

XVII Premio Letterario ADEI-WIZO Adelina Della Pergola

FINALISTI

Milano, 10 aprile 2017

La Giuria selezionatrice ha votato i libri finalisti della XVII edizione del Premio Letterario ADEI-WIZO Adelina Della Pergola.

Questa la terna finalista (in ordine alfabetico di autore):

  • Il matrimonio di Chani Kaufman di Eve Harris, Liberaria (traduzione di Paolo Lorusso)                                             
  • Scorpion Dance di Shifra Horn, Fazi Editore (traduzione di Silvia Castoldi)
  • Dolore di Zeruya Shalev, Feltrinelli (traduzione di Elena Loewenthal)

 

Note della giuria selezionatrice:

Il matrimonio di Chani Kaufman – “Libro sul giudaismo ortodosso, ricco di humor e di pathos, dove cose e persone non sono mai del tutto quello che sembrano. I dettami severi di un’appartenenza, talvolta scelta, tal altra subita, si mescolano con l’inestinguibile aspirazione alla libertà. Un istinto che talvolta sbocca nella rottura, talvolta nell’accettazione e rinuncia”

Scorpion dance – “Romanzo di formazione, il lettore segue con partecipazione la storia del protagonista sospesa tra passato e futuro. Shifra Horn con stile immaginifico ricco di metafore dà vita a persone e ambienti”

Dolore – “Il dolore fisico e morale che nasce da un lontano attentato e che riaffiora nella vita della protagonista: moglie, madre e stimata professionista inserita, apparentemente, nella normalità dell’odierno quotidiano. Basterà un’esca per sbriciolare le supposte certezze relazionali, per credere di poter annullare il presente e rivivere intatto il passato”

I libri prescelti verranno ora sottoposti al giudizio della Giuria popolare, composta da più di 250 appassionate lettrici appartenenti al mondo ebraico e no, che designerà il libro vincitore.

La Giuria selezionatrice ha anche indicato i due volumi che si contenderanno il Premio Ragazzi. I libri verranno valutati da una giuria composta da studenti provenienti da scuole superiori sparse su tutto il territorio nazionale.

  • Una volta nella vita di Ahmed Dramé, Vallardi (traduzione di Maddalena Togliani)
  • Non restare indietro di Carlo Greppi, Feltrinelli

Una volta nella vita – “E’ uno dei protagonisti della vicenda Ahmed Dramé, giovane delle banlieue, a scrivere la storia che ha cambiato la vita a lui e ai suoi compagni. Un percorso scolastico li immerge nella Shoa. Una moderna favola di riscatto con un messaggio di speranza: è possibile, nonostante le difficoltà, sfuggire a un destino apparentemente segnato.

Non restare indietro – “Romanzo per ragazzi che riesce a risvegliare l’interesse per il Giorno della Memoria e i viaggi della Memoria in maniera intelligente uscendo dalla banalizzazione dei rituali per porre domande non retoriche. Riesce a carpire l’attenzione dei più giovani grazie anche all’uso di espressioni del parlato quotidiano.”

Assegnata dalla Giuria selezionatrice anche una menzione speciale a Eccomi di Jonathan Safran Foer, Guanda (traduzione di Irene Abigail Piccinini)

La cerimonia di Premiazione della XVI edizione si terrà a Milano a fine ottobre 2017.