it
default

Messaggio augurale della Presidente Sciaky per Peach 5780

logo 100 anni WIZO jpg

Pesach 5780

Care amiche,
mi sono chiesta, nell’accingermi a scrivervi un messaggio augurale per Pesach, come si fa a parlare di festa, di gioia e di libertà proprio quando stiamo vivendo un periodo così buio che mai avremmo pensato di dover affrontare. Siamo rinchiusi in una bolla, privati di ogni sentimento che si avvicini a uno spirito di festa e in cui proprio la libertà di muoverci, uscire, incontrare e fare tutto ciò che fino a ieri era normale ci è stata tolta per forza maggiore. Come si fa a parlare di gioia quando la gente in torno a noi si ammala e muore? Come si fa quando muore l’amico, il parente, il conoscente? Sinceramente non si può, c’è poca voglia e manca l’energia. Eppure proprio di energia vi voglio parlare: quella capacità di reazione che dobbiamo avere nel momento in cui ci troviamo contratti in uno spazio limitato ma con un tempo apparentemente infinito. Noi con noi stessi: un gran bel confronto che spesso rifuggiamo ma che ora abbiamo l’opportunità unica di affrontare. Noi con le nostre famiglie, mariti e figli, purtroppo solo coloro che possono vivere a casa con noi, considerati i limiti a cui siamo sottoposti. Ora è il momento di arricchire i rapporti, recuperando tempo, parole e sorrisi mancati, ricostruendo complicità, inventando nuove dinamiche. Noi con le nostre case. Quale momento migliore per una pulizia, per rivoluzionare spazi, cambiare disposizione di cose e mobili e creare cambiamenti che confortino maggiormente il nostro desiderio in questo periodo? E noi con gli altri. Già ma come? E dove sono gli altri? Allora ecco che c’è il telefono e la velocità della moderna tecnologia, che in un attimo ci mettono in contatto con il mondo; ci si parla e ci si vede con tutti, da ogni parte e in ogni parte.
Quanto affetto, quanto supporto e sostegno, quante dimostrazioni di solidarietà ho ricevuto in questo mese casalingo da tutte le amiche della WIZO sparse ovunque! In ogni ora del giorno ma anche della notte, messaggi, parole, abbracci virtuali, per confortare noi, le amiche italiane, per non mollare e tener duro; una catena che si è rafforzata e cementata creando amicizie, condividendo situazioni e soprattutto scopi. La grande famiglia delle sorelle WIZO stretta in un mutuo sostegno, al momento giusto e con le giuste parole. In questo mese abbiamo lavorato, progettato ed ancora lo stiamo facendo: anche il Consiglio Nazionale ADEI-WIZO approfitta della situazione per fare tutto ciò che normalmente si tralascia o si trascura, per cui non c’è mai abbastanza tempo e che ora ci offre questa possibilità: continuare a vivere al 100% con un ritmo diverso. Il lavoro non si è fermato e la vita non si è fermata. Non sappiamo per quanto ancora saremo costretti in questa situazione ma la cosa importante è caricarsi ogni giorno di energia, quella di cui vi parlavo prima, fatta di una nuova progettualità, proposte, coinvolgimento, in una nuova dimensione.

Produrre positività e soddisfazione per quello che facciamo per noi e per il prossimo, è benzina essenziale per il nostro motore, che crea idee nuove che metteremo presto in pratica. Affrontiamo questo periodo mettendone a frutto le opportunità e cerchiamo di trarne il più possibile, anche arrivando a Pesach con la casa più pulita mai avuta prima. Forse per quest’anno deve bastarci così.
Vi auguro di cuore serenità e forza, salute e il calore vero degli affetti e delle amicizie sincere.
Hag Pesach Sameach

Susanna Sciaky
Presidente Nazionale ADEI-WIZO