it
IMG_4874.JPG

Premio letterario : studenti da tutta Italia incontrano Lia Levi

PREMIO LETTERARIO ADEI -WIZO  Adelina Della Pergola – sezione giuria RAGAZZI

Martedì 20 Ottobre , presso il Convitto nazionale Vittorio Emanuele II di Roma, scuola nota per un’ antica tradizione culturale di serietà e di impegno nella formazione dei giovani, è avvenuto l’incontro tra gli alunni e l’autrice Lia Levi, vincitrice del Premio Letterario Ragazzi “Adelina Della Pergola”.

Quest’anno il Premio era inserito nell’ambito dell’evento “ Immagini e Parole” promosso dall’ADEI WIZO che si è svolto in una tre giorni di cultura dal 18 al 20 Ottobre, iniziato domenica 18, presso la Sala Margana, con la Mostra “ Arte per la pace” di artiste israeliane di varie religioni sulla tematica dell’ulivo come simbolo di integrazione culturale nell’ambito del Mediterraneo, e seguito lunedì 19 con la premiazione dei vincitori del XV Premio Letterario “Adelina della Pergola”.

All’ incontro, condotto da Sira Fatucci del Dipartimento Informazione e Relazioni Esterne dell’UCEI, sono intervenuti la vincitrice del premio Lia Levi, la Presidente della Comunità Ebraica di Roma Ruth Dureghello, la Presidente nazionale ADEI WIZO Ester Silvana Israel, e il Prof, Rav Benedetto Carucci, responsabile delle Scuole Medie e Superiori ebraiche di Roma.

Sono state coinvolti quest’anno alla lettura dei testi proposti ben 20 istituti scolastici di tutta Italia e l’interesse e la partecipazione è in continuo aumento. Alla cerimonia erano presenti ben 250 alunni di cui 4 provenienti dai licei di Lecce, 9 da Saluzzo, 10 da Piacenza e da Roma e provincia 13 del Liceo Renzo Levi, 6 dal Liceo Visconti, 34 dall’Istituto Leonardo da Vinci, 23 dall’Istituto Carovillani oltre naturalmente agli alunni del Convitto Nazionale Vittorio Emanuele II.

In base alla lettura dei due libri in classifica risultati primo e secondo (“ Il braccialetto” di Lia Levi e “ La tentazione del rabbino Fix” di Jacquot Grunewald ) e in base all’esame di questionari sottoposti precedentemente agli alunni, il Prof Carucci ha fatto una panoramica dei valori base dell’ebraismo che si possono ricavare da una lettura più attenta del secondo libro e che si desumono dal comportamento quotidiano del protagonista, il rabbino Fix, il quale cerca risolvere un intrigo poliziesco seguendo i dettami sia della mistica ebraica sia del quotidiano rabbinico. I personaggi sono persone comuni, ma l’abilità del protagonista è quello di conoscere l’animo umano e di arrivare ad opportune deduzioni.

La scrittrice Lia Levi, vincitrice del premio con il libro “Il braccialetto “, già perfettamente conosciuta dagli alunni della scuola per interventi precedenti, in uno stile ed eloquio stringato, sintetico ma efficace, ha saputo spiegare ai ragazzi i momenti cruciali del libro, prendendo spunto anche da vicende personali e familiari, mettendo in luce come il “ vero storico, anche se drammatico, possa essere trasmesso ai giovani, servendosi del verosimile e della narrazione romanzata”.

Ha concluso la mattinata lo spettacolo condotto da Edna Calò Livne con i suoi ragazzi di Bereshit le shalom, testimonianza di integrazione tra giovani di diverse culture e provenienze.

Come già negli anni passati, l’organizzazione di questo evento ormai consolidato è da attribuire a Ziva Fischer che con il suo lavoro instancabile e con il suo piglio fattivo è riuscita anche quest’anno a coinvolgere studenti e professori e a sensibilizzarli alla conoscenza della nostra cultura.

Un ringraziamento va attribuito all’UCEI che, riconoscendo il valore di questa iniziativa, la promuove da vari anni con il contributo dell’8 per mille e a Mara e Sergio Della Pergola che  sostengo il Premio Letterario in titolato a Adelina Della Pergola z.l.

 Paola Sonnino