it
WIZO Logo_with Text

Riduzione e prevenzione dello stress per gli studenti

La WIZO in collaborazione con il ‘Cohen-Harris Resilience Center,’sta lanciando un programma innovativo che fornirà agli studenti  gli strumenti per far fronte a un trauma.

In uno sforzo per migliorare il benessere generale degli studenti che vivono nei dormitori dei villaggi per la gioventù la WIZO ha attuato un accordo di  partnership con il ‘Cohen-Harris Resilience Center,’ un’organizzazione che si occupa di   aiutare la popolazione a  fronteggiare situazioni di emergenza e disastri di massa. Già a partire dall’anno scolastico 2013-2014, la WIZO e il Centro Resilience attueranno ciò che è conosciuto in ambito psicologico come Stress Inoculation Training * (SIT) in tutti e sei  villaggi della gioventù  WIZO e della Comunità  centro giovanile a Kiryat Shmona, una iniziativa che vedrà educatori preparati a  fornire agli studenti gli strumenti per affrontare il trauma e per fortificare le loro reazioni allo stress.

Sottolineando  l’importanza di questo programma, Rivka Lazovsky  presidente dell’esecutivo Wizo  ricorda che dopo l’Operazione Pilastro della Difesa  lo scorso novembre, si rivolse alle federazioni l’appello per una raccolta fondi per emergenza  Relief Fund per fornire assistenza psicologica alle famiglie  famiglie e bambini per sviluppare la capacità di recupero di fronte a stati di emergenza che per il trattamento  del trauma subito  e per questo,ringraza  le Federazioni per il contributo e il sostegno che hanno fornito e per la loro risposta all’appello.  Il programma ‘Resilience Center’ è fatto su misura per raggiungere questo obiettivo. L’attività del centro è uno dei componenti chiave per la capacità di Israele di resistere alle minacce esistenziali ed alle  molte sfide che deve affrontare. Attraverso l’educazione, la WIZO ha dato  e sta continuando a dare un importante contributo. 

tratto dal sito wizo.org   per saperne di più http://www.wizo.org/page_14866

——————————————————-

* ( nota a cura di ESI)

La procedura dello Stress Inoculation Training rappresenta una delle varie modalità di intervento psicologico per far fronte allo stress e alle sue conseguenze disfunzionali, è stata introdotta da Donald Meichenbaum nel 1977 nel contesto della terapia cognitivo-comportamentale successivamente, negli anni è stato rivisitato varie volte apportando chiarimenti e perfezonamenti. Il modello concettuale, su cui essa si fonda, presenta lo stress come una transazione fra individuo ed ambiente,  cioè la risultante dell’interazione fra queste due variabili. La reazione emotiva  agli stimoli ambientali inoltre,  non dipende dalla natura dello stressor ma dalle valutazioni che ne dà l’individuo. Egli non è una vittima passiva dello stress ed è possibile, secondo Meichenbaum, risalire alle sue valutazioni attraverso l’analisi del dialogo interno, quest’ultimo comprende le convinzioni ed i pensieri che risultano avere un ruolo importante nel generare, mantenere, e rendere più intense le reazioni della persona. Il modello S.I.T. impone di condurre un’analisi accurata dell’esperienza del soggetto esaminando le sollecitazioni ambientali, le reazioni comportamentali ed emotive ma soprattutto il processo cognitivo di percezione e valutazione di esse. Nella reazione allo stress intervengono sia le componenti cognitive che l’iperattivazione somatica, il ricorso a questa tecnica avvalora l’idea che entrambe possono essere modulate attraverso un’adeguata esperienza di training.

Una applicazione del S.I.T.( ed è uno dei casi che riguardano  il programma adottato dalla Wizo)   è quella  relativa alle vittime degli eventi più stressanti della vita: vittime di rapimenti, violenze o coloro che hanno perduto una persona amata.
In tali casi il trainer può usare varie strategie cognitivo comportamentali, per aiutare il soggetto a rivalutare la sua esperienza di stress. Questo programma di riduzione e prevenzione dello stress è diretto ad insegnare specifiche abilità di coping ( modalità che definiscono il processo di adattamento ad una situazione stressante) , individuando i primi indici di stress quali segnali per adottare le abilità apprese, “è facile interrompere un ciclo di stress al suo primo inizio piuttosto che quando il soggetto è nel cuore della battaglia” (D. Meichenbaum, 1985, p.49 ) . Meichenbaum ha suddiviso il S.I.T. in tre fasi: fase educativa, fase di acquisizione e fase di applicazione.

per saperne di più

Bibliografia
Meazzini,P- ( 2010 ). Mi stresso, quindi sono. E-Book, , Gorizia,Tecnoscuola
Meichembaum, D. , Stress inoculation trainining : a preventive and treatment
approach. In Lehrer,R.L., Woolfok,R.L. e Sime,W,S. ( a cura di ) Principles and
practices of stress management. New York : Guilford Press