it
bannerolivetree

Olive Tree project in Europa

Le donne dell’Ulivo dal simbolo all’opera.

Inaugurata lo scorso sei Novembre nella imponente cornice gotica del Temple Saint-Étienne di Mulhouse in Alsazia   la prima tappa della mostra itinerante Trait D’Union – Women and their Olive Trees che dopo la Francia toccherà altri 7 paesi Europei tra cui l’Italia ove sarà curata dalla Adei-Wizo.

Concepito  nel Centro sociale Wizo Gruss di Afula ( nel nord di Israele) e realizzato grazie al contributo della Wizo di Belfort l’Olive tree project è stato pensato per sviluppare le relazioni tra gli arabi e gli ebrei che abitano nella stessa regione e condividono tutti i piccoli e grandi avvenimenti della vita quotidiana.

David Moatty , IMG_4094IMG_4096direttore del Centro, e Sheila Dvore Casdi , pittrice ed animatrice instancabile hanno dato vita ad una esperienza sociale di incredibile creatività che ha riunito donne arabe , ebree, cristiane, musulmane e circasse. Un laboratorio, delle tele bianche tutte della stessa misura , i colori dell’arcobaleno ed un solo soggetto : l’Ulivo. Ogni donna, ogni Artista, attraverso la suggestione che l’albero suggerisce descrive e interpreta la realtà che la circonda. Il medesimo albero , il medesimo luogo che raccontano storie diverse.

Attraverso il linguaggio universale dell’Arte queste trentacinque donne con le loro testimonianze costruiscono ponti e tracciano linee che le uniscono L’Albero d’Ulivo è un simbolo potente e non fa differenze tra i popoli . Sperimentare insieme l’arte del dipingere ha permesso alle culture di avvicinarsi e comprendere che le mille sfumature dell’essere umano sono la vera essenza dell’umanità.

Il 20 Maggio 2014 ad Afula ha avuto luogo il primo vernisage della mostra alla presenza della Prof. Rivka Lazovsky , Chairperson dell’Esecutivo della Wizo Mondiale

Manuèle AmaIMG_4100r di Wizo Mulhouse ha diretto il progetto per l’ Europa oltre ad essere tra le curatrici dell’ allestimento della mostra . Le opere esposte sono cinquanta tele (85×110) esposte per la prima volta a Afula il quattro Marzo scorso e che hanno poi proseguito il loro cammino verso Nazareth. Il 20 Maggio 2014 ad Afula ha avuto luogo il primo vernisage ufficiale della mostra alla presenza della Prof. Rivka Lazovsky , Chairperson dell’Esecutivo della Wizo Mondiale

All’interno del Tempio di Mulhouse le opere sono state esposte nella navata laterale , ogni dipinto affiancato da un pannello che riporta la foto dell’Artista e la sua storia . Un catalogo e vari pannelli informativi illustrano la storia di questa iniziativa e il lavoro in campo sociale ed educativo della Wizo.

Il Pastore Kauffman ed il Sindaco Rottner hanno porto il loro saluto ufficiale e i ringraziamenti a tutti gli organizzatori che hanno brevemente esposto le motivazioni e gli scopi del progetto.

Il numeroso pubblico intervenuto ha avuto l’opportunità di dialogare con le pittrici che hanno illuminato di colore e calore l’interno della cattedrale. Una atmosfera che ha coinvolto tutti i presenti che nonostante il freddo hanno IMG_4102ascoltato con interesse le testimonianze e i racconti.

L’evento , in un crescendo di suggestioni si è trasferito presso la Comunità Ebraica locale dove dopo cena le artiste ( arabe, circasse, ebree e cristiane) insieme hanno improvvisato dei canti alternandoli nelle varie lingue . Indescrivibile l’emozione che ha travolto i presenti quando l’improvvisato coro di voci femminili ha intonato in ebraico Gerusalemme tutta d’oro trascinando tutti poi in un Shalom Alehem , forse un po’ stonato ma pienamente intonato all’ambiente.

Ester Silvana Israel – 7 novembre 2014 –

Il cammino della Mostra

La mostra prosLOGO olive tree logo 9 with we (4)egue il suo cammino in Francia e dopo Mulhouse  toccherà diverse città tra le quali Belfort ,Strasbourg ,La Varenne , Lione, Marsiglia, e naturalmente Parigi dove la seconda sera di Hanukka’ le artiste assieme ai protagonisti del progetto saranno ospiti del Sindaco di Parigi per un evento presso il Municipio di Parigi

Questo progetto è stato adottato dall’ECWF ( Consiglio delle federazioni WIZO Europee) e tra le otto federazioni europee che vi hanno aderito c’è anche l’ADEI WIZO che porterà  la mostra nel nostro Paese  .  Tutte le federazioni useranno come base il medesimo format confenzionato dalla Francia adattandolo ove necessario alle esigenze locali.