PREMIO LETTERARIO ADEI WIZO ADELINA DELLA PERGOLA: ECCO I FINALISTI DELLA SEZIONE RAGAZZI

Premio letterario Adei Wizo Adelina della pergola

Ora la parola spetta agli allievi delle scuole a cui ADEI WIZO invierà in lettura i volumi. Ancora pochi giorni e scopriremo anche i candidati alla sezione principale del Premio.

Milano, 3 novembre 2021 - Resta ancora un po’ di Ghila Piattelli e L’uomo che salvò la bellezza di Francesco Pinto sono i due titoli finalisti dell’edizione 2021 della sezione ragazzi del Premio Letterario ADEI WIZO Adelina Della Pergola" XXII edizione, il prestigioso riconoscimento, promosso da ADEI-WIZO dal 2000 con lo scopo di far arrivare al grande pubblico le molteplici realtà del mondo ebraico attraverso la narrativa.

A mettere in gioco i due titoli è stata una giuria tutta al femminile presieduta da Sira Fatucci, la stessa giuria che tra pochi giorni si esprimerà scegliendo la rosa dei candidati per la sezione principale del Premio (destinata alla lettura di una ampia giuria popolare) ed eventualmente definirà il Premio Speciale destinato a un libro che affronta un argomento di particolare valore.

Per le opere di Ghila Piattelli e Francesco Pinto comincia invece un iter singolare: saranno, infatti, gli stessi allievi degli istituti che hanno deciso di aderire all’impegno di ADEI-WIZO a decretare il vincitore, oltre 500 ragazzi delle scuole di secondo grado in tutta Italia a cui ADEI-WIZO invierà in lettura i due libri. Avranno il compito di esprimere un giudizio e motivare la loro scelta come hanno fatto centinaia e centinaia di ragazzi prima di loro. Un compito che dovranno terminare entro febbraio perché in primavera ci sarà l’attesissima cerimonia di premiazione di tutte le opere scelte sia dalla Giuria popolare che dalla Giuria dei ragazzi. Un momento che ha sempre visto la partecipazione degli autori italiani, israeliani e da tutto il mondo che oggi compongono l’Albo d’Oro del Premio, celebrato da sempre in sedi istituzionali di altissimo profilo. 

Susanna Sciaky, Presidente nazionale di ADEI-WIZO ricorda così le motivazioni che hanno portato alla realizzazione di quello che in seno all’associazione è chiamato semplicemente “Premio Ragazzi”: “Abbiamo voluto creare una via preferenziale di comunicazione ed educazione verso i giovani. Lo scopo è quello fornire gli strumenti per esercitare un giudizio critico libero da condizionamenti e stereotipi, informandoli prima di tutto in modo corretto sulla storia dell’ebraismo e su Israele. I recenti fatti di cronaca e il dilagare di fenomeni come antisemitismo e antisionismo, dimostrano che la nostra società ha un estremo bisogno di far circolare questo tipo di letture”. 

Le due opere selezionate in questa prima fase sono certamente in linea con questi intenti.  “L’uomo che salvò la bellezza” è un romanzo storico, che porta alla ribalta Rodolfo Siviero, un vero 'Monuments man' italiano: storico dell'arte, schieratosi con la resistenza a fianco degli alleati, impegnato a salvare le opere d’arte italiane trafugate dei nazisti. Un viaggio tra capolavori e musei italiani estremamente educativo sotto molti profili. “Resta Ancora” è un viaggio nelle memorie di Israele, rievoca le ferite subite da chi ha perso una persona cara in guerra, il mondo degli immigrati del dopoguerra, ma è anche un romanzo di “formazione” che parla delle ambivalenze e delle contraddizioni dell’amore alla vigilia dell’ingresso nel mondo degli adulti. 


Milano, 3 novembre 2021 - Resta ancora un po’ di Ghila Piattelli e L’uomo che salvò la bellezza di Francesco Pinto sono i due titoli finalisti dell’edizione 2021 della sezione ragazzi del Premio Letterario ADEI WIZO Adelina Della Pergola" XXII edizione, il prestigioso riconoscimento, promosso da ADEI-WIZO dal 2000 con lo scopo di far arrivare al grande pubblico le molteplici realtà del mondo ebraico attraverso la narrativa.

A mettere in gioco i due titoli è stata una giuria tutta al femminile presieduta da Sira Fatucci, la stessa giuria che tra pochi giorni si esprimerà scegliendo la rosa dei candidati per la sezione principale del Premio (destinata alla lettura di una ampia giuria popolare) ed eventualmente definirà il Premio Speciale destinato a un libro che affronta un argomento di particolare valore.

Per le opere di Ghila Piattelli e Francesco Pinto comincia invece un iter singolare: saranno, infatti, gli stessi allievi degli istituti che hanno deciso di aderire all’impegno di ADEI-WIZO a decretare il vincitore, oltre 500 ragazzi delle scuole di secondo grado in tutta Italia a cui ADEI-WIZO invierà in lettura i due libri. Avranno il compito di esprimere un giudizio e motivare la loro scelta come hanno fatto centinaia e centinaia di ragazzi prima di loro. Un compito che dovranno terminare entro febbraio perché in primavera ci sarà l’attesissima cerimonia di premiazione di tutte le opere scelte sia dalla Giuria popolare che dalla Giuria dei ragazzi. Un momento che ha sempre visto la partecipazione degli autori italiani, israeliani e da tutto il mondo che oggi compongono l’Albo d’Oro del Premio, celebrato da sempre in sedi istituzionali di altissimo profilo. 

Susanna Sciaky, Presidente nazionale di ADEI-WIZO ricorda così le motivazioni che hanno portato alla realizzazione di quello che in seno all’associazione è chiamato semplicemente “Premio Ragazzi”: “Abbiamo voluto creare una via preferenziale di comunicazione ed educazione verso i giovani. Lo scopo è quello fornire gli strumenti per esercitare un giudizio critico libero da condizionamenti e stereotipi, informandoli prima di tutto in modo corretto sulla storia dell’ebraismo e su Israele. I recenti fatti di cronaca e il dilagare di fenomeni come antisemitismo e antisionismo, dimostrano che la nostra società ha un estremo bisogno di far circolare questo tipo di letture”. 

Le due opere selezionate in questa prima fase sono certamente in linea con questi intenti.  “L’uomo che salvò la bellezza” è un romanzo storico, che porta alla ribalta Rodolfo Siviero, un vero 'Monuments man' italiano: storico dell'arte, schieratosi con la resistenza a fianco degli alleati, impegnato a salvare le opere d’arte italiane trafugate dei nazisti. Un viaggio tra capolavori e musei italiani estremamente educativo sotto molti profili. “Resta Ancora” è un viaggio nelle memorie di Israele, rievoca le ferite subite da chi ha perso una persona cara in guerra, il mondo degli immigrati del dopoguerra, ma è anche un romanzo di “formazione” che parla delle ambivalenze e delle contraddizioni dell’amore alla vigilia dell’ingresso nel mondo degli adulti. 


Premio Letterario ADEI WIZO Adelina Della Pergola

Istituito nel 2000 e dedicato alla figura di Adelina della Pergola, il Premio prende in considerazione opere di narrativa, di argomento ebraico, di autori viventi, pubblicate in Italia nel periodo compreso tra il settembre dell’anno in corso e quello precedente del bando. La Giuria Selezionatrice designa da un minimo di due ad un massimo di tre opere che verranno proposte ad una Giuria Popolare formata da lettrici, che fanno capo alle sezioni italiane ADEI-WIZO, che voteranno l’opera vincitrice. Viene assegnato inoltre un Premio Ragazzi dove la giuria segnala due titoli adeguati a una giuria di studenti delle scuole medie superiori, che designeranno il vincitore. 

È prevista da parte della Giuria Selezionatrice la facoltà di assegnare un Premio Speciale la cui motivazione può variare di anno in anno

 

Ufficio Stampa ADEI WIZO Italia 

NW Comunicazione | Alberto Angelino | +39 338 623 2374

Comunicato Stampa
Scarica il pdf

Preferiti

Aggiornamento del browser consigliato
Il nostro sito Web ha rilevato che stai utilizzando un browser obsoleto che ti impedirà di accedere ad alcune funzionalità.
Utilizzare i collegamenti seguenti per aggiornare il browser esistente.
0 Carrello
Aggiungi tutti i prodotti capovolti al carrello capovolto